Mille esistenze silenziose

random notes / appunti sparsi
Ieri alla Villa, ho pensato alle mille e mille esistenze silenziose, furtive come quelle degli animali, inconsce come quelle delle piante: vagabondi dei tempi del Piranesi, saccheggiatori di ruderi, mendicanti, caprai, contadini che hanno preso alloggio alla meglio in un angolo di rifiuti, che si sono succeduti qui tra Adriano e noi.

Marguerite Yourcenar, Taccuini di appunti, in Le memorie di Adriano, Giulio Einaudi editore, Torino 2002, p. 282.

In fotografia: il sito archeologico di Morgantina, in Sicilia.

Pubblicato da

Rather than writing about what I know, I prefer to write to know ... the same goes for reading. Anziché scrivere di ciò che conosco, preferisco scrivere per conoscere... lo stesso vale per la lettura.

One thought on “Mille esistenze silenziose”

  1. Morgantina ti prende con la forza. Ti porta giù nel tempo passato, trapassato remoto dire… Catapultato in una vita e in un paesaggio che puoi solo immaginare mettendo insieme i pezzi che riesci a vedere lì. Se poi la giornata è bella… Chi non c’è mai stato deve passarci minimo minimo… mezza giornata.

I commenti sono chiusi.