Benrath_der Parterre-Garten_Gardentourist (11)

Un cuore giallo oro – a yellow gold heart

2 commenti
parks / parchi

(with English text) Ecco Benrath, prima di Benrath o meglio, dopo.

Quando Carl Theodor di Wittelsbach si recò a Benrath per la prima volta nel 1746, il palazzo estivo dei conti palatini costruito nemmeno un secolo prima era già in uno stato di grande abbandono, assieme al parco. Pare che i cittadini s’indebitarono pesantemente pur di convincerlo a stabilirvi di nuovo la propria dimora. Si misero a provvedere di tasca propria alla manutenzione del parco, alla potatura delle siepi, alla riparazione del tetto…

Il Principe Elettore ci rimuginò sopra a lungo, quasi dieci anni. Finché il sogno degli abitanti di Benrath si realizzò, in modo assolutamente imprevedibile. Carl Theodor, infatti, decise di costruire una nuova residenza in stile francese – l’attuale castello, appunto.

L’Orangerie è ciò che decise di tenere del vecchio edificio. È dunque il giardino più antico del parco di Benrath.

Here is Benrath, before Benrath or better, after.

When Carl Theodor of Wittelsbach went to Benrath for the first time in 1746, the summer palace of the palatines built only a century earlier was already in a state of great neglect, along with the park. Citizens heavily indebted to convince him to make it his residence again. They went on providing to park maintenance, pruning hedges, repairing the roof …

The Elector mulled over it for a long time, almost ten years. Then the dream of the people of Benrath came true, in an absolutely unpredictable way. Carl Theodor, in fact, decided to build near there a new French-style mansion – the present castle.

The Orangerie is the part of the old building he decided to keep. It is thus the oldest garden in the park Benrath.

Benrath_der Parterre-Garten_Gardentourist (8)

Il disegno delle aiuole e della fontana è stato ricostruito sull’impronta di quello originale grazie a foto aeree a infrarossi. Dopo aver attraversato le mille tonalità di verde del parco, la vista del parterre fiorito dell’Orangerie sembra dire ancora di quel sogno.

The design of flower beds and of the fountain was rebuilt on the footprint of the original, thanks to infrared aerial photos. Once you’ve crossed the thousand shades of green of the park, the view of the flowered parterre of the Orangerie seems like still telling about that old dream.

Pubblicato da

Rather than writing about what I know, I prefer to write to know ... the same goes for reading. Anziché scrivere di ciò che conosco, preferisco scrivere per conoscere... lo stesso vale per la lettura.

2 thoughts on “Un cuore giallo oro – a yellow gold heart”

    • Si si, ce n’erano di altissime! E’ un fiore che associavo solo agli angoli del giardino dedicati ai fiori da taglio… qui mi ha insegnato che può dare carattere ad una bordura mista, con risultati favolosi…

Your opinion?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...