Vote_05

Se i post sono soltanto delle pietre messe di traverso nella corrente di un fiume…

2 commenti
random notes / appunti sparsi

C’è chi passa tutta la vita a leggere senza mai riuscire ad andare al di là della lettura, restano appiccicati alla pagina, non percepiscono che le parole sono soltanto delle pietre messe di traverso nella corrente di un fiume, sono lì solo per farci arrivare all’altra sponda, quella che conta è l’altra sponda […]

Lo ammetto: il Saramago a cui avevo pensato, ricevendo il premio Shine on da Laliluce la scorsa settimana, era quello del Nobel del 1998, quando diceva che

l’uomo più saggio ch’io abbia mai conosciuto non era in grado né di leggere né di scrivere

Fra me e me (con un sillogismo funambolico che non starò qui a dispiegare) ne concludevo che c’era speranza…  Se mai meritassi un premio, in realtà, credo che avrebbe a che fare con la lettura dei blog altrui. Ma i premi che ci si scambia fra blogger hanno poco a che fare con l’arte paziente dei cercatori d’oro che, chini, fissano la corrente per non farsi scappare la minima pepita. La presuppongono, nel senso che chiedono di venir estesi a 7, 10, 15 blogger altrettanto degni di lettura… a macchia d’olio, per restare nella metafora (un premio andrebbe, piuttosto, a chi ha inventato la logica perversa delle catene di Sant’Antonio, che come le assicurazioni chiamano premio un pagamento…). Ma torniamo a noi. Pur consapevole che

Il mondo sarebbe assai migliore se ciascuno si accontentasse di quello che dice, senza aspettarsi che gli rispondano, e soprattutto senza chiederlo né desiderarlo

mi sono presa la libertà di trasformare il premio ricevuto in un quiz sul blogging. Un quiz aperto a chiunque di voi, passando di qui, vorrà raccontare la propria esperienza di cercatore d’oro. Pronti? Via!

Inserire il logo dell’Award

Uhm, non l’ho fatto, visto che non ne rispetterò le regole.

Riportare il nome del Descrivere il blog che ti ha nominato

Cosa succede quando una giovane umana riesce a leggere i pensieri delle micie che vivono con lei? Seigattipotesseroparlare è un viaggio in un mondo fatto di fiducia e curiosità con passo leggero, ironia e dolcezza.

Indicare 7 cose su noi stessi (che, pur togliendone due, sono diventate 9… vabbè, questo non è mica un simposio di matematici!)

Che tipo di blogger sei? Rispondi alle domande del quiz!

Qual’è la cosa più importante nella tua vita?

Hai altre passioni?

La mia risposta sarebbe la seconda. Quando commento sui blog altrui mi sento più libera di uscire allo scoperto…

4. Sei ambiziosa o sei una di quelle persone che preferiscono lasciarsi trascinare dalla corrente?

Qual’è il tuo stile?

Tre cose senza le quali non esci di casa?

7. Ti piace viaggiare? Qual’è il tuo posto preferito?

Una citazione che ti caratterizza?

Sono i titoli di due blog che seguo… 

Il cibo di cui non puoi fare a meno?

Il tuo posto del cuore?

Ho evitato di riproporre la prima e l’ultima domanda dell’Award, perché meriterebbero forse una riflessione a parte. “Come nasce il tuo blog?” e “Come ti vedi fra dieci anni?” non suonano un po’ troppo come l’alfa e l’omega della questione?

L’ultima richiesta dell’Award era

Nominare 15 blogger per questo premio

Spiacente, non se ne parla. Ho chiarito come la penso a riguardo (oltre al fatto che, come già ammesso in occasione di un altro premio, per stupido che possa sembrare, sono piuttosto gelosa dei “miei” autori preferiti).

Il premio per i cercatori d’oro che hanno giocato qui con me, è, di nuovo, Saramago:

[…] A meno che, A meno che, cosa, A meno che quei fiumi non abbiano due sole sponde, ma tante, che ogni persona che legge sia, essa stessa, la propria sponda, e che sia sua, e soltanto sua, la sponda a cui dovrà arrivare.

Citazioni tratte da José Saramago: La caverna e Storia dell’assedio di Lisbona.

Pubblicato da

Rather than writing about what I know, I prefer to write to know ... the same goes for reading. Anziché scrivere di ciò che conosco, preferisco scrivere per conoscere... lo stesso vale per la lettura.

2 thoughts on “Se i post sono soltanto delle pietre messe di traverso nella corrente di un fiume…”

  1. Mi piace tantissimo questa tua interpretazione! Devo ammettere che con la mia limitata esperienza di vita sono riuscita a comprendere le metafore dopo la terza lettura (😉 ) ma ora che mi sono chiare mi piacciono molto.

Your opinion?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...