Grande prato centrale, canale, sentiero trasversale, passerelle rialzate, binari linea RER, giochi d’acqua, serre, giardini tematici, pallone aerostatico, ...

Parc André-Citroën

Lascia un commento
parks / parchi

Citroen_DSuper5_Vert_photo_citroen.page.tl

(+ English) Mi sa che qualcosa si è incastrato nel motore. Almeno credo. A un tratto la mia Citroën che di solito scivola via silenziosa prende a fare un ticchettio violento, come di un’ala che frulla sotto il cofano. Sono perplesso. Rallento, mi porto sotto i 2000 giri per sentire se smette. Non smette, cambia. Il rumore sconosciuto si fa rotondo, ipnotico, sembra una biglia che scende in lunghe spire, e mi pare proprio di vederla mentre rallento ancora, in ascolto. La macchina comincia a oscillare piano, poi con un’energia incontrollabile. Mi aggrappo al sedile mentre tutto vortica e rimbomba come il piatto che gira sempre più veloce appena prima di fermarsi… O-U-A-O-U-A-O-U-A-UA-UA-UAUAUAUAUA…

Prego si svegli! Qui non può sostare. Favorisca i documenti, grazie.

Il grande parco inaugurato nel 1992 sul sito dismesso dalla casa automobilistica francese si deve alla fusione di due approcci progettuali differenti, entrambi vincitori del concorso internazionale indetto nel 1985 dalla città di Parigi. La composizione degli spazi gioca su soluzioni razionali di ampio respiro (architetti Patrick Berger, Jean François Jodry e Jean Paul Viguier) e sul ruolo alchemico del colore  (paesaggisti Gilles Clément e Allain Provost).

Parc André-Citroën, 2 rue Cauchy, Paris

(Foto di copertina: http://citroen.page.tl/G-A-L-L-E-R-Y/kat-1.htm; planimetria parco: http://www.archidiap.com/works/parc-andre-citroen/; schema motore: http://2cvclubdepicardie.free.fr/Technique.html)

Something has been caught in the engine, I bet. It has to. All of a sudden, my silky Citroën opens in a deep ticking, it seems a wing whirring like crazy under the bonnet. I am puzzled. I slow down, harboring below 2000 rpm hoping it will stop. It does not stop, it changes. The odd noise gets full, now it sounds like a metal ball descending in long turns… actually, I feel like I could see it as I slow down over again, to listen. The car begins to swing quietly, then with a bewildering energy. I cling to the seat: everything is whirling and rumbling just like the pot going faster and faster before stopping… O-W-O-W-O-W-OW-OW-OW-OWOWOWO…

Sir, wake up! You cannot park here. May I see your papers, please?

The park opened in 1992 on the French car manufacturer disused areas, is due to the fusion of two different design approaches, both winners of the international contest held in Paris in 1985. The composition combines rational large-scale solutions (architects Patrick Berger, Jean François and Jean-Paul Viguier Jodry ) and color alchemy (landscape architects Gilles Clément and Allain Provost ).

Pubblicato da

Rather than writing about what I know, I prefer to write to know ... the same goes for reading. Anziché scrivere di ciò che conosco, preferisco scrivere per conoscere... lo stesso vale per la lettura.

Your opinion?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...