chanel_green_gown

Innatismo Vs evoluzionismo, nientemeno!

Lascia un commento
random notes / appunti sparsi

chanel_green_gown

Il gusto è innato o si può apprendere? Per me niente doti ereditarie, grazie. I poteri paranormali di chi sa comporre a occhi chiusi mi frustrano – quando riesco a prenderli sul serio. Personalmente, credo nell’importanza dell’esempio. Dell’esempio che si riceve, che si decide di accettare o di mettere in discussione andando alla ricerca di nuovi punti di riferimento, di nuovi equilibri. Nel caso dei giardini, percorrerli anche soltanto con l’immaginazione, dalla finestra o attraverso le pagine di un libro è un gioco che fa avvicinare, un po’ alla volta, al proprio giardino ideale – e che rischiara e accompagna le giornate vissute altrove.

Ieri sera ho cercato di saperne di più su un’immagine che avevo salvato sul desktop, una di quelle ti colpiscono e che metti da parte anche se non sai perché. Eccola:

water_plants_fountain_backyard_garden

backyard garden

È un ritaglio di giardino che per certi aspetti mi piace: la forma della vasca, la ricchezza di piani, la felce arborea sulla destra, la luce… me l’immagino all’interno di un piccolo cortile, incorniciato da un bow-window. Qualcuno l’ha pensato, e lo cura, affinché possa fare il suo show anche a uno sguardo di passaggio.

Cosa non mi convince, allora? La simmetria che rende l’insieme un po’ stucchevole, la forma dei gradini d’accesso che interrompono la curva del muretto e… ecco. Non avrei saputo dire altro… fino a quando ho trovato in rete quest’altra immagine, ottenuta con un programma che permette di giocare al garden designer (senza fare vittime):

water_plants_fountain_backyard_garden_special_edition

horror vacui

Ecco cos’era! Troppa vegetazione, troppe specie che sgomitano per conquistare il ruolo di protagonista. Anch’io, ne sono certa, mi sarei fatta prendere la mano, tanto in quel cortile quanto davanti allo schermo del pc. Esisterà mai un programma che consenta di creare giardini per sottrazione?

Coco Chanel, aide-nous!

Coco Chanel, aide-nous!

Ed eccomi qui. Cos’è, in fondo, questo nostro stesso bloggare, se non un continuo prendere le misure? Pace, se non ho scoperto nulla sul giardino da cui ero partita.

Pubblicato da

Rather than writing about what I know, I prefer to write to know ... the same goes for reading. Anziché scrivere di ciò che conosco, preferisco scrivere per conoscere... lo stesso vale per la lettura.

Your opinion?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...