La Galinsoga parviflora è una margherita originaria del Perù che “negli anni sessanta dell’Ottocento evase dall’orto di Kew e si impose nelle zone circostanti, nei canali si scolo e nelle fessure dei marciapiedi”. Richard Mabey, Elogio delle erbacce.

10 buoni motivi per visitare un orto botanico

13 commenti
botanical gardens / orti botanici, parks / parchi

(This is an invitation to visit a botanical garden. Soon available in English). Leggere, nell’Elogio delle erbacce di Richard Mabey, che alcune delle piante spontanee più comuni si sono diffuse grazie agli orti botanici che le avevano importate, ha aggiunto la tessera mancante a questo post a cui pensavo da tanto (rullo di tamburi, prego!): 10 buoni motivi per visitare un orto botanico.

1. È comodo da raggiungere,
perché si trova spesso in città, nei pressi di un’Università. Se non ci credi, clicca qui.

2. È un viaggio nel tempo e nello spazio,
perché i suoi vialetti sono calcati da generazioni di studiosi e appassionati di botanica e i suoi tesori vegetali sono arrivati lì in seme, bulbo, talea o già come esemplare adulto, con viaggi spesso avventurosi. Penso, ad esempio, all’orto botanico di Firenze, cresciuto nei secoli sull’impianto originario del 1545 o a quello di Padova fondato nello stesso anno, sito Unesco che si è appena dotato di cinque nuove serre high-tech.

3. Corteggia i green-geek.
Le piante si adattano, e così fa anche l’orto botanico di oggi, che offre risorse multimediali e strumenti online o scaricabili dalla rete, dalle app (c’è quella del giardino della biodiversità dell’orto botanico di Padova) alle pagine di consultazione (mi ripeterò, ma che bello quello dell’orto botanico di Catania sulle famiglie di piante!), fino ai filmati (Orto botanico di Padova) e a qualche visita virtuale che, anche se goffa, è utile per rinfrescare la memoria (Orto botanico di Cagliari).

4. È accessibile.
Spesso in giorni specifici o su prenotazione, offre percorsi appositamente studiati per le persone con disabilità motorie o psichiche (Orto botanico di Bologna, Orto botanico di Torino), per ipo o non vedenti (sempre a Torino e all’Orto botanico di Brera).

5. È perfetto per decomprimersi.
Offre panchine comode e tranquillità, profumi inediti, un’aria buonissima. In un orto botanico è facile imbattersi in un sorriso, in persone dall’occhio vispo che rispondono al vostro saluto quando le incrociate (ok, questo accade più o meno in tutti i giardini, ma non trovate che sia sempre più raro in città?).

6. Ha bisogno di noi, quanto noi di lui.
In linea di principio, in un orto botanico si torna più volte. Perché è una vera e propria biblioteca vivente concepita tanto per lo studente di scienze naturali (ecco perché è tradizionalmente legato alle Università, come evoluzione degli antichi orti dei semplici) quanto per il comune cittadino. Talvolta è nato addirittura a partire da iniziative private (Orto Botanico di Genova). Un orto botanico va curato quanto e più di un giardino. Se ci rattristano i suoi cordoli invasi dalle erbacce (capita…) o i suoi cartellini cancellati dalle intemperie (eccome, se capita!), visitiamolo più spesso, partecipiamo alle iniziative di crowdfunding (come quello dell’orto botanico di Firenze che riaprirà il 1° aprile, a nemmeno un mese dalla micidiale tromba d’aria che l’ha investito), adottiamolo a distanza, dedichiamogli un giro con i bambini, un post😉

7. Ci regala occhi nuovi.
Toh, guarda chi c’è! In un orto botanico può capitare di imbattersi nelle nostre piante d’appartamento esposte con tutti gli onori. Spesso si prendono la rivincita di guardarci dall’alto verso il basso, cresciute oltre ogni immaginazione e in forma smagliante. Si può scoprire che il caffè è anche un arbusto dalle bellissime foglie brillanti. O commuoversi di fronte ad alberi che non vediamo da quando ci siamo trasferiti in un altro paese (ripenso all’emozione della mia amica Rajveer nella serra tropicale della Fondazione Minoprio).

8. È una risorsa per il tempo libero.
Non credo sia solo una questione di fare cassa per sopravvivere. Anch’io, se disponessi di un bene simile a un orto botanico, farei di tutto per farlo conoscere e per coinvolgere persone di ogni generazione. Gli orti botanici offrono iniziative ad ampio raggio: laboratori didattici per i bambini, attività per le scolaresche, corsi di formazione e per il tempo libero, corsi di acquerello naturalistico, di pittura botanica, …

9. È un bel biglietto da visita per l’Italia.
Se i turisti stranieri amano l’Italia per la cultura e il clima, non possono che amare ancor di più i suoi parchi botanici, luoghi in cui arte, ricerca e biodiversità si intrecciano offendo una sorta di Disneyland vegetale impossibile altrove. Per contro, i turisti italiani che visitano un orto botanico all’estero troveranno facilmente un rifugio confortevole, dove godere dei suoi pregi senza necessariamente pensare ai difetti “nostrani”🙂

Il 10° buon motivo è quello d’apertura: altro che depositi polverosi e negletti di cariatidi vegetali… gli orti botanici sono potenziali bombe di biodiversità che aspettano solo le condizioni giuste per scavalcare il muro. Ma sono certa che ce ne sono molti altri, vero?

Buon weekend!

La Galinsoga parviflora è una margherita originaria del Perù che “negli anni sessanta dell’Ottocento evase dall’orto di Kew e si impose nelle zone circostanti, nei canali si scolo e nelle fessure dei marciapiedi”. Richard Mabey, Elogio delle erbacce.

La Galinsoga parviflora è una margherita originaria del Perù che “negli anni sessanta dell’Ottocento evase dall’orto di Kew e si impose nelle zone circostanti, nei canali di scolo e nelle fessure dei marciapiedi”. Richard Mabey, Elogio delle erbacce.

Pubblicato da

Rather than writing about what I know, I prefer to write to know ... the same goes for reading. Anziché scrivere di ciò che conosco, preferisco scrivere per conoscere... lo stesso vale per la lettura.

13 thoughts on “10 buoni motivi per visitare un orto botanico”

  1. Concordo, i giardini e gli orti botanici sono ottimi luoghi per rilassarsi. I tuoi articoli poi, mi mettono di buon umore permettendomi di visitare virtualmente splendidi luoghi. Grazie!

    • Grazie, ne sono davvero felice!
      P.S. Poi, però, fila subito all’ultimo banco, altrimenti come faccio io a leggere le tue chicche letterarie?! ;-D
      P.P.S. L’ingiunzione suonerà male solo a chi non legge unreliablehero🙂

  2. Mi hai fatto venire voglia di andarci! Io son già una frequentatrice di parchi, e a Milano ce ne sono di belli e sono facilmente accessibili. Ma l’oro botanico mi manca. Rimedierò😉 grazie!

    • Oro botanico, bellissima definizione! E ce n’è tanto proprio a Milano e in Lombardia (ho aggiornato la map in un momento di “buoni propositi”)… sarà un piacere seguirti (foto! foto!) 😊

  3. Splendida la app dell’orto botanico di Padova. Ogni volta che vado a Padova non riesco a non passare dall’orto botanico. Semplicemente lo adoro. Spero di riuscire ad andare presto in visita alle nuove serre.🙂

    • Anch’io! Forse ci riuscirò proprio ad aprile… alla peggio, metterò nel carnet Pojega 😀 (progettare queste piccole evasioni ne amplifica il piacere, vero? Pregustare e ricordare…). Spero comunque di vederle presto anche con i tuoi occhi 😉, ciao!

  4. We don’t have one here, which is unfortunate, because we could use a little spring.

  5. Concordo pienamente. Conosco un po’ l’Orto botanico di Padova e ovviamente anche io ci devo tornare per vedere le nuove serre.
    Quali altri orti botanici mi consigli?

    • Temo che i consigli non siano il mio forte… sono una specialista dei fuori programma! ;-D In questo momento, complice il freddo, ripenso al parco delle farfalle di Collodi (chiuso fino a marzo), alla flora tropicale della Victoria House al parco botanico di Oslo (lontanuccia) o sogno un giro a Nizza (seee…).
      Se anche tu stai pensando ai buoni propositi per l’anno nuovo, prova a dare un’occhiata qui! Ciao!

Your opinion?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...