A volte è meglio farsi un film mentale

random notes / appunti sparsi

(+ English) Cosa c’entra Sacrificio di Tarkovskij con questo scempio? Sarà lo scatto dell’immaginazione contro il senso di impotenza, o quel panteismo che ci coglie quando un posto sembra essere più di quel che appare… per me, il patio di Villa Augusta si è offerto ai vandali, pur di salvare il cedro con cui ha diviso gli anni migliori.

Questo slideshow richiede JavaScript.

What does the Tarkovsky Sacrifice have to do with this mess? It must be my imagination, fighting against the sense of helplessness, or the pantheism catching you when a spot appears to be more than just that … to me, the patio of Villa Augusta (Varese, Italy) has offered itself to vandals, in exchange of the cedar, in memory of their best years.

Tarkovski double picture

Pubblicato da

Rather than writing about what I know, I prefer to write to know ... the same goes for reading. Anziché scrivere di ciò che conosco, preferisco scrivere per conoscere... lo stesso vale per la lettura.

3 thoughts on “A volte è meglio farsi un film mentale”

  1. Ciao wwayne, ogni tanto spunti qua e là con una chicca… sei fantastico, grazie! Penso che tu possa proprio aver ragione… me lo riguarderò con piacere, grazie per il memento 🙂

    • wwayne ha detto:

      Le belle parole che hai speso per me mi lusingano profondamente, e le ricambio di cuore: anche il tuo blog è fantastico, infatti mi sono iscritto. Grazie a te per la risposta! 🙂

I commenti sono chiusi.