Mailing box detail

It’s time to blossom

12 commenti
random notes / appunti sparsi

– Non mi riconosco, dico sul serio. Ho deciso i prossimi passi ma non avverto alcuna urgenza di farli. Un tempo m’imbarcavo nelle nuove avventure senza pensarci tanto.
– Già. Ricordo ancora quando hai portato a casa quella finta Gibson Les Pauls dell’annuncio…
– Oddio. Suonava malissimo. Però la volevo, non avevo scelta. Ecco, vedi? Ho perso la scintilla? È questo, invecchiare?
– Macché, l’urgenza si rifarà viva più avanti, quando tornerai bambina. Ora sei nel fiore degli anni.

Rieccomi. Spero di restare da queste parti per un po’. Sto facendo i primi passi per cambiare alcune cose che non mi corrispondono più. Grazie a Nuzk per essere venuta a prendermi…

– I don’t feel like myself, seriously. I know the next steps, but I don’t feel any urgency to make them. Once I dashed myself in new adventures without all of this thinking.
– Yep. I remember when you came home with that fake Gibson Les Pauls of the ad.
– Oh my, it had such an awful sound. But , yet, I had no choice, I wanted it. Look, can you see? Have I lost the spark? Am I growing old?
– Not at all, that urgency will come back later on, when you’ll return a child. Now you’re in blossom.

I’m back, and I hope to stay around here for a while. I’m taking the first steps to change some things that aren’t anymore in tune with me. 

Pubblicato da

Rather than writing about what I know, I prefer to write to know ... the same goes for reading. Anziché scrivere di ciò che conosco, preferisco scrivere per conoscere... lo stesso vale per la lettura.

12 thoughts on “It’s time to blossom”

  1. Davvero! Grazie ancora. E con te come va? Il lato positivo di essermi fermata per un po’ è che ora ho tante cose da leggere!😉 Chissà le passeggiate mattutine che mi sono persa…

    • … ricordo lo sconcerto di chi si credeva invisibile… è stato bello fare quel primo tratto di strada insieme, ed è bello ritrovarti proprio ora, grazie.

  2. Bentornata, mi sei mancata. Ma capisco l’esigenza di fermarsi, riprendere il cammino, fermarsi, fare delle scelte, cambiare e… continuare.
    Un abbraccio tenero

    • Ciao Monica, grazie, anch’io ti ho pensata. Imparare a stare ferma, accettare di non aver voglia di muovermi dopo aver chiuso un capitolo è stata la vera novità, per me. Lasciare che tutto vada avanti, stare a guardare. E poi, come dici tu, riprendere il cammino. Strano, per me che difficilmente rimando (o rimandavo?). Prendere tempo forse è un’arte.

  3. Il regalo della vecchiaia e’ , secondo me , non avere piu’ scadenze obbligate: scuola e università , matrimonio e figli , carriera e posizione…..Ormai i giochi sono fatti e per il resto ci pensera’ il destino….
    Troppo fatalista? No, vivo alla giornata cercando di fare quel poco , al meglio…..

  4. Paolo Astrua ha detto:

    Sono molto felice di leggerti…mi chiedevo davvero quando saresti tornata.

    • Grazie, davvero. Anche per me è bello ritrovarti. Tornare, dici, ed è proprio così: in questi giorni mi sento come se il blog fosse un posto che ha continuato a vivere anche in mia assenza come un giardino. È bello ritrovare voci amiche.

Your opinion?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...