Parc des Buttes-Chaumont

Parc des Buttes-Chaumont

Lascia un commento
parks / parchi

(+ English)

Ho tenuto da parte il dettaglio dei parapetti, delle voliere, degli elementi architettonici presenti nel Parco Villetta Di Negro e realizzati in cemento con la tecnica rocaille

…per rivederli insieme a quelli del Parc des Buttes-Chaumont di Parigi, completato una trentina di anni prima (nel 1869. Le grotte e la cascata del parco genovese risalgono all’iniziativa del Comune del 1892 per celebrare il 400° anniversario della scoperta dell’America).

A fine Ottocento l’opera degli artigiani cementisti era molto richiesta per realizzare pietre artificiali, cascate, grotte ricche di stalattiti e costruzioni in finti rami di legno. Suona un po’ kitsch ma era la moda per i giardini pittoreschi dell’epoca, era il desiderio della borghesia arricchitasi con le colonie e i commerci di evocare luoghi esotici, lontani.

La visita al parco genovese mi ha ricordato l’emozione provata anni fa in quello francese nel trovare passerelle, scalinate e balaustre realizzate in cemento ma rifinite richiamando in modo anche un po’ naïf i nodi e le venature del legno. Citazioni, ammiccamenti, non trompe-l’œil.

La loro scoperta aveva trasformato la visita al parco, del quale non sapevo proprio nulla, in un gioco a indovinare, di volta in volta, cosa era “vero” e cosa no (era tutto finto).

Facendo qualche ricerca, ieri sera ho trovato che l’invenzione del cemento armato e la diffusione dell’uso decorativo del materiale che sarebbe poi fiorito sulle facciate degli edifici in stile Liberty è dovuta proprio a un giardiniere, Joseph Monier (1823-1906).

Cosa mi insegnerà il prossimo giardino?

Paris parc Buttes Chaumont hiver 2008 (3)

I kept aside the detail of the guardrails, the aviaries, the architectural elements made of concrete with the technique of rocaille in the Park Villetta Di Negro (Genoa, Italy)  to look at them along with those seen at the Parc des Buttes-Chaumont in Paris (completed circa three decades before, in 1869).

In the late nineteenth century craftsmen specialized in concrete were very required to perform artificial stones, waterfalls, caves full of stalactites and constructions in fake wooden branches.

Visiting the Italian park recalled me the excitement of discovering here and there, in the French one, unexpected veins in bridges, steps and balustrades.

I made some researches, finding out that the invention of armed concrete and the widespread use of the material which later flourished on the facades of Art Nouveau buildings, is due precisely to a gardener, Joseph Monier (1823-1906).

What will teach me the next garden?

Paris parc Buttes Chaumont hiver 2008

Parc des Buttes-Chaumont, 1 Rue Botzaris, 75019 Paris

Pubblicato da

Rather than writing about what I know, I prefer to write to know ... the same goes for reading. Anziché scrivere di ciò che conosco, preferisco scrivere per conoscere... lo stesso vale per la lettura.

Your opinion?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...