All posts tagged: Fiori

Hosta Lonicera Hydrangea petiolaris

Che caldo! Cool recipe for a hot day

Le note d’acqua della hosta e quelle luminose, di tè, dell’ortensia aprono alla freschezza del caprifoglio. Echi di mandorle verdi, fiori bianchi e muschio. Va un po’ meglio, ora? The aquatic notes of hosta and the bright, tea scent of hydrangea introduce to the freshness of […]

8 commenti

Ineffab(i)le

Le ho girato intorno una seconda volta, quando è uscito il sole, senza riuscire a catturarla meglio. Il ricordo migliore è il profumo di benvenuto che si spandeva di stanza in stanza, del lillà appena colto. When the sun came out I made another lap […]

2 commenti

Il giardino del Tenore – the tenor’s garden

(+ English) Un’azalea enorme, alta più di me e più lunga di un abbraccio. Una nuvola fuxia nel sole del primo mattino. Il giardino ottocentesco di Villa Margherita mi si è rivelato, inatteso, in un angolo fiorito stretto fra i padiglioni dell’Ospedale. Una sorpresa bellissima, […]

2 commenti
green eye

L’occhio verde – the green eye

(+ English) C’era l’abbraccio del caprifoglio e della bella di notte le sere d’estate, c’erano quelle ciambelle di bosso topiato colme di iris per un mese e di sonnellini dei gatti per altri sei, c’era lo scricchiolio del calcestre che si smorzava sulle lastre d’ingresso. […]

13 commenti
Climbing roses and yellow house

Il giardino rubato – the stolen garden

(+ English) Il riflesso della porta mi attira come una gazza. L’antro è buio, profuma di cera. Chissà come, mi trovo all’imbocco di un viale curato. Carpini, Parthenocissus, rose in fiore. Mi sembra di conoscerlo, questo giardino. Che sia mio? L’aria è tiepida, giro qua […]

6 commenti

Vieni via con me

(+ English) Potessi offrirti un pomeriggio d’aprile su questa panchina, con l’aria che profuma di peonie. Il guizzo delle sopracciglia allontanerebbe tutti i pensieri, nel vedere le distese di fiori e le colline. Mi diresti “qui si che respiro bene”. Poi, ti conosco, accenderesti una sigaretta. Viaggio […]

9 commenti

Un cuore giallo oro – a yellow gold heart

(with English text) Ecco Benrath, prima di Benrath o meglio, dopo. Quando Carl Theodor di Wittelsbach si recò a Benrath per la prima volta nel 1746, il palazzo estivo dei conti palatini costruito nemmeno un secolo prima era già in uno stato di grande abbandono, assieme […]

2 commenti